Gas distribution

Country: Italy
Language: EN IT
Number: 4272073
Publication date: 15-09-2017
Source: TED
Descripition in original language
Tags: Gas distribution

Description

Instead of:

II.1.1) Denominazione conferita all"appalto dall"amministrazione aggiudicatrice:

Affidamento in concessione del servizio di distribuzione del gas naturale da parte dei Comuni appartenenti all"ambito territoriale minimo Perugia 2 — Sud e Est.

II.1.5) Breve descrizione dell"appalto o degli acquisti:

Affidamento in concessione del servizio pubblico di distribuzione del gas naturale mediante tubazioni in tutti i territori dei Comuni dell"Ambito territoriale Perugia 2 Sud e Est.

II.2.1) Quantitativo o entità totale:

Importo contrattuale: 150 085 977,32 EUR.

Valore annuo del servizio 40 501 972,80 EUR.

N.B: Si rappresenta che i valori di cui sopra potranno subire aggiornamenti in seguito alle valutazioni da parte all"AEEGSI nel contesto del sub procedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11 nonché degli ulteriori dati acquisiti medio tempore da questa stazione appaltante dai Comuni e dai Gestori.

III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:

Decreto Legislativo 23.5.2000, n. 164 e sue modificazioni, decreto 19.1.2011 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro per i rapporti con le Regioni e la coesione territoriale, sulla determinazione degli ambiti territoriali nel settore della distribuzione del gas naturale, decreto ministeriale 21.4.2011 Disposizioni per governare gli effetti sociali connessi ai nuovi affidamenti delle concessioni di distribuzione del gas, decreto 18.10.2011 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro per i rapporti con le Regioni e la coesione territoriale, sull"elenco dei Comuni per ambito territoriale minimo, Decreto Ministeriale 12.11.2011, n. 226 regolamento del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro per i rapporti con le Regioni e coesione territoriale, sui criteri di gara e sulla valutazione dell"offerta, decreto Ministeriale 22 maggio 2014 Approvazione del documento «Linee Guida su criteri e modalità applicative per la valutazione del valore di rimborso degli impianti di distribuzione del gas naturale» del 7.4.2014.

Oneri generali di gara: L"impresa aggiudicataria, entro 15 giorni dall"aggiudicazione della gara, versa ai gestori uscenti 470 564,34 EUR, oltre agli oneri finanziari, secondo le modalità previste dall"Autorità con deliberazione 3.7.2014, 326/2014/ R/gas, comprensivi della rivalutazione Istat richiesta dall"Ente appaltante, per la copertura degli oneri di gara ai sensi dell"art. 8, comma 1, del regolamento sui criteri di gara e dell"articolo 1, comma 16-quater del D.L. n. 145/2013, convertito, con modificazioni, dalla legge 21.2.2014, n. 9.

L"impresa aggiudicataria è inoltre tenuta:

a. A corrispondere alle società concessionarie uscenti, all"atto della sottoscrizione del relativo verbale di consegna del servizio, la somma complessiva di 40 906 992,53 EUR per il primo anno (di cui 405 019,73 EUR è la stima della variazione del valore di rimborso, pari a l% per cento, fra la data del 31.12.2014 e il 1.1.2017, data presunta di subentro; tale valore sarà calcolato a consuntivo alla data effettiva di subentro) e, negli anni successivi, allo scadere delle concessioni in essere, dovrà corrispondere la somma che sarà stimata e resa disponibile entro il 31.5.2016 a titolo di rimborso, come previsto negli articoli 5 e 6 del regolamento sui criteri di gara. A fronte di tale rimborso l"impresa aggiudicataria acquisisce, per la durata dell"affidamento, la proprietà degli impianti di distribuzione o di una loro porzione, come specificato nell"allegato B relativo al singolo Comune; a tale somma deve essere detratto il valore di eventuali debiti relativi alle obbligazioni finanziarie in essere del gestore uscente a cui il gestore entrante subentra, di cui alla lettera e).

N.B. Si rappresenta che i dati sopra indicati e quelli indicati nell"Allegato B potranno subire aggiornamenti a seguito delle valutazioni da parte dell"AEEGSI nel contesto del sub procedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11, nonché a seguito di ulteriori manifestazioni di volontà, della ulteriore documentazione e dei dati acquisiti medio tempore dai Comuni e degli ulteriori dati e documentazione trasmessi dai Gestori.

b. A corrispondere annualmente alla stazione appaltante un corrispettivo pari all"1 % della somma della remunerazione del capitale di località relativa ai servizi di distribuzione e misura e della relativa quota di ammortamento annuale, relative agli impianti di distribuzione gestiti nell"anno dall"impresa aggiudicataria, a titolo di rimborso forfetario degli oneri sostenuti per lo svolgimento delle attività di controllo e vigilanza sulla conduzione del servizio e per il rapporto gestionale con l"impresa aggiudicataria. Il valore del corrispettivo nel primo anno sarà stimato e reso disponibile entro il 31.5.2016. Il valore del corrispettivo varia negli anni per la variazione del valore dei costi di capitale di località sia per l"acquisizione della gestione di altri impianti di distribuzione del gas naturale allo scadere delle concessioni in essere;

c. A corrispondere annualmente ai proprietari degli impianti o di una loro porzione, gestiti dall"impresa aggiudicataria, la quota parte del vincolo ai ricavi corrispondente alla remunerazione del relativo capitale investito netto. La remunerazione è calcolata applicando al valore del relativo capitale investito netto, rivalutato annualmente, il tasso di remunerazione riconosciuto dall"Autorità per l"energia elettrica, il gas e il sistema idrico nella regolazione tariffaria per l"anno in esame. L"importo nel primo anno di gestione sarà stimato e reso disponibile entro il 31.5.2016. La suddivisione per Comune è riportata nell"allegato B.

N.B. Si rappresenta che i dati indicati nell"Allegato B potranno subire aggiorna-menti a seguito delle valutazioni da parte dell"AEEGSI nel contesto del sub pro-cedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11, nonché della ulteriore documentazione e dati acquisiti medio tempore da questa Stazione Appaltante da parte dei Comuni e dei Gestori.

d. a corrispondere annualmente agli Enti locali concedenti una quota parte della remunerazione del capitale di località relativo ai servizi di distribuzione e misura e della relativa quota di ammortamento annuale, relativa al proprio territorio comunale sia nel caso in cui la rete sia di proprietà dell"Ente locale sia nel caso in cui sia di proprietà del gestore, come risultato dell"esito della gara.

e. a subentrare nelle obbligazioni finanziarie dei gestori uscenti relative agli investimenti realizzati nel precedente periodo di affidamento o a indennizzare il gestore uscente per la estinzione delle obbligazioni finanziarie, a scelta del gestore entrante, e a subentrare nei contratti pubblici e privati dei medesimi gestori uscenti, relativi allo svolgimento del servizio di distribuzione e connessi alla pro-prietà degli impianti (quali servitù e concessioni di attraversamento). Nel caso in cui un"obbligazione finanziaria escluda la sua cessione a terzi o richieda il con-senso della controparte per tale cessione e la controparte neghi il consenso, l"obbligo di subentro non sussiste per il gestore subentrante.

N.B. Si rappresenta che i dati indicati nell"Allegato B potranno subire aggiorna-menti a seguito delle valutazioni da parte dell"AEEGSI nel contesto del sub pro-cedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11, nonché della ulteriore documentazione e dati acquisiti medio tempore da questa Stazione Appaltante da parte dei Comuni e dei Gestori.

f. Ad effettuare gli interventi di efficienza energetica di cui all"articolo 13, comma 1, lettera e) del regolamento sui criteri di gara, come risultato dell"esito di gara, corrispondendo il valore dei relativi titoli di efficienza energetica agli Enti locali concedenti, in proporzione al gas distribuito in ciascun Comune nell"anno precedente. Ciascun anno il gestore anticipa agli Enti locali concedenti una somma pari al valore dei titoli di efficienza degli interventi su cui si è impegnato in sede di gara per l"anno in corso, valutati secondo il prezzo unitario previsto dall"Autorità nell"anno precedente. Qualora l"anno successivo il prezzo unitario del titolo sta-bilito dall"Autorità aumenti, il gestore versa il conguaglio agli Enti locali conce-denti; nessun aggiustamento è dovuto nel caso il prezzo unitario diminuisca;

g. Ad assumere tutte le spese necessarie per la stipula del contratto di servizio;

h. A stipulare una polizza assicurativa della responsabilità civile per danni agli impianti e all"esercizio degli stessi per un massimale minimo di 15 000 000 EUR e per danni a terzi per un massimale minimo di 5 000 000 EUR per sinistro. L"impresa è obbligata alla realizzazione della rete nei Comuni dell"ambito non ancora metanizzati, qualora durante il periodo di affidamento si rendano disponi-bili finanziamenti pubblici in conto capitale di almeno il 50 % del valore complessivo dell"opera e gli interventi siano programmabili tre anni prima del termine di scadenza dell"affidamento, anche se l"intervento non è previsto nel piano di sviluppo iniziale. Eventuali interventi in condizioni differenti possono essere oggetto di negoziazione tra le parti.

III.2.2) Capacità economica e finanziaria:

Alla gara sono ammessi i soggetti che soddisfano i requisiti di capacità economica e finanziaria di cui all"articolo 10, comma 5, del regolamento sui criteri di gara D.M. 226/2011, per un fatturato medio annuo nel triennio precedente almeno pari al 50 % del valore e annuo del servizio di cui al precedente punto II.2.1) o in alternativa che possiedono garanzie finanziarie da 2 primari istituti di credito che l"impresa negli ultimi tre anni ha fatto fronte ai propri impegni e che ha la possibilità di accedere ad un credito di 47 603 471,89 EUR.

III.2.3) Capacità tecnica:

Alla gara sono ammessi i soggetti che soddisfano i requisiti di capacità tecnica di cui all"articolo 10, comma 6, del regolamento sui criteri di gara, tenendo conto che il numero di clienti effettivi nell"ambito di gara è pari a 100 970.

IV.3.4) Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione:

29.12.2017

VI.3) Informazioni complementari

La presente procedura è stata indetta con determinazione dirigenziale n. del CIG 65319049B1.

La durata dell"affidamento del servizio è di 12 anni decorrenti dalla data di sottoscrizione del verbale di consegna del primo impianto. La data indicativa dell"affidamento del primo impianto è il 1.1.2017. L"Allegato A riporta, per ogni Comune e impianto, la data di scadenza della concessione in vigore e, quindi, la data indicativa di inizio del servizio da parte della società aggiudicataria per le concessioni ancora non scadute. Il subentro nella gestione avviene con le modalità previste nel decreto sulla determinazione degli ambiti territoriali minimi. L"Allegato A riporta anche la data presunta di inizio metanizzazione per i Comuni che non hanno ancora un impianto di distribuzione del gas naturale e la cui metanizzazione è oggetto di gara. La seguente documentazione riguardante l"affidamento è pubblicata sul sito internet del Comune di Foligno http://www.comune.foligno.pg.it/articoli/gara-servizio-di-distribuzione-gas-natu-rale.html:

a. Il presente bando di gara, con i relativi allegati;

b. Il disciplinare di gara con i relativi allegati;

c. Lo schema di Contratto di servizio;

d. Le informazioni di cui all"articolo 9, comma 6 del regolamento sui criteri di gara, per ciascuno dei Comuni dell"ambito territoriale.

N.B. Si rappresenta che in data 31 maggio 2016 nella sezione del sito di questa stazione appaltante sopra indicato verranno pubblicati gli esiti del subprocedimento dinanzi all"AEEGSI ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11; nell"occasione si fornirà altresì un aggiornamento della documentazione di cui sopra sulla base delle ulteriori acquisizioni istruttorie che eventualmente matureranno medio tem-pore. I dati significativi dell"impianto di distribuzione del gas naturale di ogni singolo Comune sono riportati nell"allegato B al presente bando, inclusa la identificazione della porzione di impianto di cui l"aggiudicataria acquisisce la proprietà.

N.B. Si rappresenta che i dati indicati nell"Allegato B potranno subire aggiornamenti a seguito delle valutazioni da parte dell"AEEGSI nel contesto del subprocedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11, nonché della ulteriore documentazione e dati acquisiti medio tempore da questa Stazione Appaltante da parte dei Gestori e dei Comuni. Obbligo di assunzione del personale: l"Allegato C, che sarà reso disponibile entro il termine di cui sopra, riporta per ogni singolo Comune l"elenco del personale del gestore uscente, che il gestore subentrante ha l"obbligo di assumere, salvo espressa rinuncia degli interessati, in conformità con il Decreto Ministeriale 21.4.2011 sugli effetti sociali connessi ai nuovi affidamenti delle concessioni di distribuzione del gas, adottato ai sensi dell"articolo 28, comma 6, D.Lgs. 23.5.2000, n. 164, sulla tutela dell"occupazione del personale. Il gestore subentrante ha altresì l"obbligo nei confronti del personale di cui sopra a garantire il mantenimento dell"attuale sede di lavoro per l"intera durata del rapporto contrattuale, garantire il mantenimento a ciascun lavoratore del medesimo istituto previdenziale di provenienza nonché garantire il mantenimento dell"applicazione dell"art. 18 della legge n. 300/1970.

Domanda di partecipazione: Il concorrente deve presentare la domanda di partecipazione alla gara entro e non oltre le ore 12:30 del giorno 16.10.2016 pena la tassativa esclusione dalla gara, all"indirizzo Comune di Foligno — Piazza della Repubblica 10 — 06034 Foligno. Le imprese che intendono partecipare alla gara devono far pervenire, a pena di esclusione, un unico plico, adeguatamente sigillato con nastro adesivo e controfirmato sui lembi esterni, sul quale devono essere indicati i dati del mittente (inclusi fax, e-mail, PEC e numero telefonico) e la seguente dicitura: «Gara per l"affidamento del servizio pubblico di distribuzione del gas naturale nel territorio dell"ambito di Perugia 2 Sud e est — CIG 65319049B1. Domanda di partecipazione» contenente la domanda di partecipazione, redatta su carta intestata del concorrente e sottoscritta dal legale rappresentante, con sottoscrizione in conformità con l"articolo 38, comma 3 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, pena l"esclusione dalla gara. La domanda, a pena di esclusione, deve contenere tutti gli allegati richiesti. Le imprese straniere devono presentare tutta la documentazione in lingua italiana e i documenti dovranno essere tradotti con asseverazione. Il plico contenente la domanda deve essere trasmesso con lettera raccomandata A.R. del servizio postale, o mediante ditte specializzate, o mediante presentazione allo Sportello del Cittadino del Comune di Foligno Piazza della Repubblica 8 entro i termini sopra indicati. Il recapito dell"istanza rimane ad esclusivo rischio del mittente; non sono, pertanto, prese in considerazione le domande pervenute oltre il termine sopra indicato, ancorché spedite in data anteriore, neppure se con contenuto aggiuntivo rispetto a offerte precedentemente recapitate. La domanda deve essere formulata come in allegato D, facente parte integrante del presente bando di gara. Alla domanda devono essere allegati:

a) Fotocopia di un documento di identità personale del legale rappresentante in corso di validità;

b) Il certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. o documento equivalente se l"impresa non è di nazionalità italiana, come specificato nell"articolo 10, lettera a) del comma 6 del regolamento sui criteri di gara;

c) Allegati come necessario a provare la capacità tecnica nel caso in cui l"impresa non sia titolare di concessioni di distribuzione di gas naturale per un numero complessivo di clienti pari almeno al 50 % dei clienti finali dell"ambito, come precisato nell"allegato D. Al fine di soddisfare il requisito di cui all"articolo 10 del comma 3 del regolamento sui criteri di gara, i concorrenti dichiarano alternativamente:

1) La dichiarazione di non essere in una situazione di controllo di cui all"articolo 2359 del codice civile con altri partecipanti alla medesima procedura di gara.

2) La dichiarazione di essere in una situazione di controllo di cui all"articolo 2359 del codice civile e di aver formulato autonomamente l"offerta, con indicazione del concorrente con cui sussiste tale situazione; tale dichiarazione è corredata dai documenti utili a dimostrare che la situazione di controllo non ha influito sulla formulazione dell"offerta, inseriti in separata busta. La stazione appaltante esclude i concorrenti per i quali accerta che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. La verifica e l"eventuale esclusione sono disposte dopo l"apertura delle buste contenenti l"offerta economi-ca. È fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora partecipino in un raggruppamento tem-poraneo o consorzio ordinario di concorrenti. In caso di raggruppamenti temporanei d"impresa e di consorzi ordinari si deve presentare in unico plico:

1. Una lettera di partecipazione, sottoscritta da tutti i legali rappresentanti della riunione, che identifica tutti i partecipanti e contiene la dichiarazione del possesso cumulativo dei requisiti di cui all"articolo 10, comma 5 e all"articolo 10, comma 6, lettera b) del regolamento sui criteri di gara (punti 8 e 9 dell"allegato D), oltre l"impegno ad assumere il personale addetto alla gestione dell"impianto ai sensi del decreto 21.4.2011 del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali (punto 12 dell"allegato D);

2. Una dichiarazione per ciascuna delle imprese partecipanti alla riunione, sotto-scritta dal relativo legale rappresentante, da cui emerga:

i) Il contributo di ciascuna impresa al rispetto dei requisiti cumulativi di cui all"articolo 10, comma 5 e all"articolo 10, comma 6, lettera b del regolamento sui criteri di gara (punti 8 e dell"allegato D);

ii) Il rispetto individuale degli altri requisiti di cui all"articolo 10 del regolamento sui criteri di gara (punti 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 10 e 11 dell"allegato D). In particolare, per soddisfare il requisito di cui all"articolo 10 del comma 3 del regolamento sui criteri di gara, ciascun partecipante allega la propria dichiarazione;

3. La fotocopia del documento di identità e il certificato dell"iscrizione alla C.C.I.A.A, come sopra richiesto, per ciascuna impresa partecipante alla riunione. Il Comune di Foligno ha la facoltà di verificare il possesso dei requisiti, anche richiedendo i documenti originali, ai sensi dell"art. 10, comma 9, del regolamento sui criteri di gara. Si applica l"art. 38, comma 2-bis del D.Lgs. 163/2006. La sanzione pecuniaria ivi prevista sarà pari a 50 000 EUR (cinquantamila). In tal caso, ferma la sanzione, sarà assegnato al concorrente un termine non superiore a giorni 10 (dieci) per l"integrazione o la regolarizzazione della documentazione mancante o incompleta. In caso di inutile decorso del termine di cui al periodo precedente, il concorrente sarà escluso dalla procedura. Nei casi di irregolarità non essenziali, ovvero di mancanza o incompletezza di dichiarazioni non indispensabili, non ne sarà richiesta la regolarizzazione, né sarà applicata alcuna sanzione. Apertura dei plichi contenti le domande di partecipazione: La data di apertura dei plichi relativi alle domande di partecipazione da parte della stazione appaltante sarà comunicata ai partecipanti mediante PEC all"indirizzo indicato nella domanda medesima. L"apertura delle buste avviene in forma pubblica. I legali rappresentanti, o altri soggetti muniti di delega, possono assistere alle operazioni di apertura e valutazione dei documenti da parte della stazione appaltante. L"ammissione o l"eventuale esclusione alla fase successiva e" comunicata ai partecipanti. Termine ultimo per la presentazione delle offerte: Il termine per la spedizione degli inviti a presentare offerta e" previsto in giorni 240 decorrenti dalla data del termine fissato per la presentazione della domanda di partecipazione.

Le offerte, redatte in lingua italiana, devono pervenire, pena l"esclusione dalla gara, entro il termine indicato nella lettera d"invito con le modalità de-scritte nel Disciplinare di gara. È obbligatoria per i legali rappresentanti delle imprese concorrenti o loro delegati il sopralluogo agli impianti. Le modalità per la visita sono fissate nella lettera di invito, successivamente alla visita e" rilasciato un certificato di presa visione da allegarsi ai documenti di offerta, pena l"esclusione dalla gara. Apertura delle offerte e aggiudicazione: L"apertura dei plichi d"offerta avviene a porte aperte. La gara viene aggiudicata con il criterio dell"offerta economica più vantaggiosa sulla base del punteggio attribuito secondo i criteri di aggiudicazione contenuti nel Disciplinare di gara. Pena l"esclusione dalla gara, non sono ammesse offerte incomplete, parziali o condizionate. L"esito della gara è comunicato al soggetto aggiudicatario e agli altri soggetti presenti nella graduatoria definitiva. Lingua prescritta: Italiano. Le imprese straniere devono presentare tutta la documentazione in lingua italiana, mentre i documenti, i certificati e le dichiarazioni sostitutive, presentati per soddisfare i requisiti di partecipazione, se redatti in lingua straniera devono essere tradotti con asseverazione.

Periodo durante il quale l"offerente è vincolato dalla propria offerta: L"offerta si intende valida per 360 giorni dalla data di scadenza per la presentazione delle offerte senza che il soggetto possa avanzare pretesa alcuna per qualsivoglia titolo. In caso di non aggiudicazione della gara nulla è dovuto alle imprese concorrenti.

Trattamento dati personali: Ai sensi dell"articolo 13 del Decreto legislativo 30.6.2003, n. 196 e s.m.i.: i dati dichiarati sono utilizzati dagli uffici esclusivamente per la gara per l"affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale nell"ambito di Foligno;

a. Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria;

b. L"eventuale rifiuto, da parte dell"interessato, al consenso alla loro utilizzazione comporta l"impossibilità di partecipare alla gara;

c. I dati personali forniti possono costituire oggetto di comunicazione nell"ambito e per le finalità strettamente connesse al procedimento relativo alla gara, sia all"interno della struttura del Titolare (come di seguito individuato), sia all"esterno, a soggetti individuati dalla normativa vigente;

d. Il Titolare garantisce all"interessato i diritti di cui all"articolo 7 del D.Lgs. 30.6.2003, n. 196 e pertanto l"interessato:

1) Ha il diritto di ottenere conferma o meno di dati personali che lo riguardano;

2) Ha il diritto di ottenere indicazioni circa l"origine dei dati personali, finalità e modalità di trattamento, logica applicata per il trattamento con strumenti elettronici, estremi identificativi del Titolare e responsabili, soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza;

3) Ha il diritto di ottenere l"aggiornamento, la rettificazione e, quando vi ha interesse, l"integrazione dei dati e, inoltre, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima, il blocco dei dati, l"attestazione che le operazioni che precedono sono state portate a conoscenza di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rileva impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;

4) Ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte e per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. Titolare del trattamento dei dati è la dott.ssa Lucia Ferranti. Il responsabile del procedimento è la dott.ssa Cristina Ercolani.

—.

Read:

II.1.1) Denominazione conferita all"appalto dall"amministrazione aggiudicatrice:

Affidamento in concessione del servizio di distribuzione del gas naturale da parte dei Comuni appartenenti all"ambito territoriale minimo (ATEM) Perugia 2 — Sud e Est — Cessione reti ed impianti di proprietà di alcuni Comuni dell"ATEM.

II.1.5) Breve descrizione dell"appalto o degli acquisti:

Affidamento in concessione del servizio pubblico di distribuzione del gas naturale mediante tubazioni in tutti i territori dei Comuni dell"Ambito territoriale Perugia 2 Sud e Est — Cessione reti ed impianti di proprietà di alcuni Comuni dell"ATEM.

II.2.1) Quantitativo o entità totale:

Importo contrattuale: 154 354 951,97 EUR, calcolato considerando l"ingresso del nuovo Gestore entro il 30.6.2018. Valore annuo del servizio 14 001 720,38 EUR

N.B: Si rappresenta che i valori di cui sopra potranno subire aggiornamenti in seguito alle valutazioni da parte all"AEEGSI nel contesto del sub procedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11 nonché degli ulteriori dati acquisiti medio tempore da questa stazione appaltante dai Comuni e dai Gestori.

N. B. riguardo alle somme da corrispondere ai gestori uscenti e ai Comuni dell"ATEM che hanno deciso di mettere in vendita le reti e gli impianti si rinvia a quanto specificato al successivo punto III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia.

III.1.2) Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia:

Decreto Legislativo 23.5.2000, n. 164 e sue modificazioni, decreto 19.1.2011 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro per i rapporti con le Regioni e la coesione territoriale, sulla determinazione degli ambiti territoriali nel settore della distribuzione del gas naturale, decreto ministeriale 21.4.2011 Disposizioni per governare gli effetti sociali connessi ai nuovi affidamenti delle concessioni di distribuzione del gas, decreto 18.10.2011 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro per i rapporti con le Regioni e la coesione territoriale, sull"elenco dei Comuni per ambito territoriale minimo, Decreto Ministeriale 12.11.2011, n. 226 regolamento del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro per i rapporti con le Regioni e coesione territoriale, sui criteri di gara e sulla valutazione dell"offerta, decreto Ministeriale 22.5.2014 Approvazione del documento «Linee Guida su criteri e modalità applicative per la valutazione del valore di rimborso degli impianti di distribuzione del gas naturale» del 7.4.2014.

Oneri generali di gara: L"impresa aggiudicataria, entro 15 giorni dall"aggiudicazione della gara, versa ai gestori uscenti 470 564,34 EUR, oltre agli oneri finanziari, secondo le modalità previste dall"Autorità con deliberazione 3.7.2014, 326/2014/ R/gas, comprensivi della rivalutazione Istat richiesta dall"Ente appaltante, per la copertura degli oneri di gara ai sensi dell"art. 8, comma 1, del regolamento sui criteri di gara e dell"articolo 1, comma 16-quater del D.L. n. 145/2013, convertito, con modificazioni, dalla legge 21.2.2014, n. 9.

L"impresa aggiudicataria è inoltre tenuta:

a. a corrispondere alle società concessionarie uscenti, all"atto della sottoscrizione del relativo verbale di consegna del servizio, la somma di 47 352 680,22 EUR come rimborso relativo alla porzione di impianto attualmente di proprietà dei Gestori uscenti oltre alla somma pari a 473 526,80 EUR come stima della variazione del valore di rimborso, pari a all"1 %, fra la data del 31.12.2014 e il 30.6.2018, data presunta di subentro (tale valore sarà calcolato a consuntivo alla data effettiva di subentro) per un totale pari a 47 826 207,02 EUR e, negli anni successivi, allo scadere delle concessioni in essere, dovrà corrispondere la somma stimata di 5 398 676,65 EUR (RAB Comune di Bastia Umbra relativa all"anno solare 2014) a titolo di rimborso, come previsto negli articoli 5 e 6 del regolamento sui criteri di gara. A fronte di tale rimborso l"impresa aggiudicataria acquisisce, per la durata dell"affidamento, la proprietà degli impianti di distribuzione o di una loro porzione, come specificato nell"allegato B relativo al singolo Comune; a tale somma deve essere detratto il valore di eventuali debiti relativi alle obbligazioni finanziarie in essere del gestore uscente a cui il gestore entrante subentra, di cui alla lettera f).

N.B. Si rappresenta che i dati sopra indicati e quelli indicati nell"Allegato B potranno subire aggiornamenti a seguito delle valutazioni da parte dell"AEEGSI nel contesto del sub procedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11, nonché a seguito di ulteriori manifestazioni di volontà, della ulteriore documentazione e dei dati acquisiti medio tempore dai Comuni e degli ulteriori dati e documentazione trasmessi dai Gestori.

N.B. si rappresenta che i dati sopra indicati e quelli indicati nell"Allegato B potranno subire aggiornamenti in conseguenza di valutazioni analitiche sugli effetti provocati dal sisma del 26.8.2016 sulle reti e gli impianti dei Comuni di Cascia, Cerreto di Spoleto, Norcia, Preci, Sant"Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera, Spoleto.

b. corrispondere ai Comuni, indicati nell"allegato 1 al disciplinare di gara, per l"alienazione della parte di impianto di loro proprietà la somma complessiva di 62 907 800,31 EUR (ripartita per ciascun Comune come indicato nel richiamato allegato).

Si informa che i Comuni di Cascia, Cerreto di Spoleto, Norcia, Preci, Sant"Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera (con finestra del settembre 2015) ed i Comuni di Castel Ritaldi, Campello sul Clitunno, Spello, Trevi, Montefalco e Bevagna (con finestra del febbraio 2016), hanno avanzato tramite i Gestori attuali, richiesta di rettifica delle RAB secondo quanto previsto dalla RTDG 2014/2019 approvata da AEEGSI con deliberazione n. 367/2014.

c.. a corrispondere annualmente alla stazione appaltante un corrispettivo pari all"1 % della somma della remunerazione del capitale di località relativa ai servizi di distribuzione e misura e della relativa quota di ammortamento annuale, relative agli impianti di distribuzione gestiti nell"anno dall"impresa aggiudicataria, a titolo di rimborso forfetario degli oneri sostenuti per lo svolgimento delle attività di controllo e vigilanza sulla conduzione del servizio e per il rapporto gestionale con l"impresa aggiudicataria. Il valore del corrispettivo nel primo anno del servizio è di 77 857,78 EUR (anno di riferimento 2014). Il valore del corrispettivo varia negli anni per la variazione del valore dei costi di capitale di località sia per l"acquisizione della gestione di altri impianti di distribuzione del gas naturale allo scadere delle concessioni in essere;

d. a corrispondere annualmente ai proprietari degli impianti o di una loro porzione, gestiti dall"impresa aggiudicataria, la quota parte del vincolo ai ricavi corrispondente alla remunerazione del relativo capitale investito netto. La remunerazione è calcolata applicando al valore del relativo capitale investito netto, rivalutato annualmente, il tasso di remunerazione riconosciuto dall"Autorità per l"energia elettrica, il gas e il sistema idrico nella regolazione tariffaria per l"anno in esame. L"importo nel primo anno di gestione sarà stimato e reso disponibile nella lettera di invito. La suddivisione per Comune è riportata nell"allegato B.

N.B. Si rappresenta che i dati indicati nell"Allegato B potranno subire aggiornamenti a seguito delle valutazioni da parte dell"AEEGSI nel contesto del sub procedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11, nonché della ulteriore documentazione e dati acquisiti medio tempore da questa Stazione Appaltante da parte dei Comuni e dei Gestori.

e. a corrispondere annualmente agli Enti locali concedenti una quota parte della remunerazione del capitale di località relativo ai servizi di distribuzione e misura e della relativa quota di ammortamento annuale, relativa al proprio territorio comunale sia nel caso in cui la rete sia di proprietà dell"Ente locale sia nel caso in cui sia di proprietà del gestore, come risultato dell"esito della gara.

f. a subentrare nelle obbligazioni finanziarie dei gestori uscenti relative agli investimenti realizzati nel precedente periodo di affidamento o a indennizzare il gestore uscente per la estinzione delle obbligazioni finanziarie, a scelta del gestore entrante, e a subentrare nei contratti pubblici e privati dei medesimi gestori uscenti, relativi allo svolgimento del servizio di distribuzione e connessi alla proprietà degli impianti (quali servitù e concessioni di attraversamento). Nel caso in cui un"obbligazione finanziaria escluda la sua cessione a terzi o richieda il con-senso della controparte per tale cessione e la controparte neghi il consenso, l"obbligo di subentro non sussiste per il gestore subentrante.

N.B. Si rappresenta che i dati indicati nell"Allegato B potranno subire aggiornamenti a seguito delle valutazioni da parte dell"AEEGSI nel contesto del sub pro-cedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11, nonché della ulteriore documentazione e dati acquisiti medio tempore da questa Stazione Appaltante da parte dei Comuni e dei Gestori.

g. ad effettuare gli interventi di efficienza energetica di cui all"articolo 13, comma 1, lettera e) del regolamento sui criteri di gara, come risultato dell"esito di gara, corrispondendo il valore dei relativi titoli di efficienza energetica agli Enti locali concedenti, in proporzione al gas distribuito in ciascun Comune nell"anno prece-dente. Ciascun anno il gestore anticipa agli Enti locali concedenti una somma pari al valore dei titoli di efficienza degli interventi su cui si è impegnato in sede di gara per l"anno in corso, valutati secondo il prezzo unitario previsto dall"Autorità nell"anno precedente. Qualora l"anno successivo il prezzo unitario del titolo stabilito dall"Autorità aumenti, il gestore versa il conguaglio agli Enti locali conce-denti; nessun aggiustamento è dovuto nel caso il prezzo unitario diminuisca;

h. ad assumere tutte le spese necessarie per la stipula del contratto di servizio;

i. a stipulare una polizza assicurativa della responsabilità civile per danni agli impianti e all"esercizio degli stessi per un massimale minimo di 15 000 000 EUR e per danni a terzi per un massimale minimo di 5 000 000 EUR per sinistro. L"impresa è obbligata alla realizzazione della rete nei Comuni dell"ambito non ancora metanizzati, qualora durante il periodo di affidamento si rendano disponi-bili finanziamenti pubblici in conto capitale di almeno il 50 % del valore complessivo dell"opera e gli interventi siano programmabili tre anni prima del termine di scadenza dell"affidamento, anche se l"intervento non è previsto nel piano di sviluppo iniziale. Eventuali interventi in condizioni differenti possono essere oggetto di negoziazione tra le parti.

l. ad acquistare la proprietà delle reti dei seguenti Comuni Bevagna, Cascia, Castel Ritaldi, Cerreto di Spoleto, Costacciaro, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Montefalco, Nocera Umbra, Norcia, Preci, Sant"Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Spello, Spoleto, Trevi e Vallo di Nera per l"importo di 62 907 800,31 EUR. Per il Comune di Gubbio si rappresenta che detto trasferimento avverrà a partire dalla data del 28.2.2025.

III.2.2) Capacità economica e finanziaria:

Alla gara sono ammessi i soggetti che soddisfano i requisiti di capacità economica e finanziaria di cui all"articolo 10, comma 5, del regolamento sui criteri di gara DM 226/2011, per un fatturato medio annuo nel triennio precedente almeno pari al 50 % del valore e annuo del servizio di cui al precedente punto II.2.1) o in alternativa che possiedono garanzie finanziarie da due primari istituti di credito che l"impresa negli ultimi tre anni ha fatto fronte ai propri impegni e che ha la possibilità di accedere ad un credito di 60 225 743,86 EUR.

III.2.3) Capacità tecnica:

Alla gara sono ammessi i soggetti che soddisfano i requisiti di capacità tecnica di cui all"articolo 10, comma 6, del regolamento sui criteri di gara, tenendo conto che il numero di clienti effettivi nell"ambito di gara è pari a 100 017.

IV.3.4) Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione:

29.12.2017 (12:00)

VI.3) Informazioni complementari

CIG: 65319049B1 — La presente procedura è stata indetta con determinazione dirigenziale n. 1682 del 23.12.2015, integrata con successiva determinazione 242 del 25.2.2016. Il presente aggiornamento è stato disposto con determinazione n. 1118 del 12.9.2017. La durata dell"affidamento del servizio è di 12 anni decorrenti dalla data di sottoscrizione del verbale di consegna del primo impianto. La data indicativa dell"affidamento del primo impianto è il 30.6.2018.

L"Allegato A riporta, per ogni Comune e impianto, la data di scadenza della concessione in vigore e, quindi, la data indicativa di inizio del servizio da parte della società aggiudicataria per le concessioni ancora non scadute.

Il subentro nella gestione avviene con le modalità previste nel decreto sulla determinazione degli ambiti territoriali minimi. L"Allegato A riporta anche la data presunta di inizio metanizzazione per i Comuni che non hanno ancora un impianto di distribuzione del gas naturale e la cui metanizzazione è oggetto di gara. La seguente documentazione riguardante l"affidamento è pubblicata sul sito internet del Comune di Foligno http://

www.comune.foligno.pg.it/articoli/gara-servizio-di-distribuzione-gas-natu-rale.html:

a. il presente bando di gara, con i relativi allegati; b. il disciplinare di gara con i relativi allegati; c. lo schema di Contratto di servizio; d. le informazioni di cui all"articolo 9, comma 6 del regolamento sui criteri di gara, per ciascuno dei Comuni dell"ambito territoriale.

N.B. Si rappresenta che,ove disponibili entro la data del 15.12.2017, nella sezione del sito di questa stazione appaltante sopra indicato verranno pubblicati gli esiti del sub procedimento dinanzi all"AEEGSI ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11; N.B. Si rappresenta che i dati indicati all"Allegato B potranno subire aggiornamenti a seguito delle valutazioni da parte dell"AEEGSI nel contesto del subprocedimento ex art. 9, comma 2, del D.M. 226/11. Obbligo di assunzione del personale: l"Allegato C riporta per ogni singolo Comune l"elenco del personale del gestore uscente, che il gestore subentrante ha l"obbligo di assumere,salvo espressa rinuncia degli interessati, in conformità con il Decreto Ministeriale 21.4.2011 sugli effetti sociali connessi ai nuovi affidamenti delle concessioni di distribuzione del gas, adottato ai sensi dell"articolo 28, comma 6, D.Lgs. 23.5.2000, n. 164, sulla tutela dell"occupazione del personale. Il gestore subentrante ha altresì l"obbligo nei confronti del personale di cui sopra a garantire il mantenimento dell"attuale sede di lavoro per l"intera durata del rapporto contrattuale, garantire il mantenimento a ciascun lavoratore del medesimo istituto previdenziale di provenienza nonché garantire il mantenimento dell"applicazione dell"art. 18 della legge n. 300/1970.

Domanda di partecipazione: Il concorrente deve presentare la domanda di partecipazione alla gara entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 29.12.2017 pena la tassativa esclusione dalla gara, al seguente indirizzo: Comune di Foligno, Piazza della Repubblica 10 — 06034 Foligno. Le imprese che intendono partecipare alla gara devono far pervenire, a pena di esclusione, un unico plico, adeguatamente sigillato con nastro adesivo e controfirmato sui lembi esterni, sul quale devono essere indicati i dati del mittente (inclusi fax, e-mail, PEC e numero telefonico) e la seguente dicitura: «Gara per l"affidamento del servizio pubblico di distribuzione del gas naturale nel territorio dell"ambito di Perugia 2 Sud e est — CIG: 65319049B1. Domanda di partecipazione» contenente la domanda di partecipazione, redatta su carta intestata del concorrente e sottoscritta dal legale rappresentante, con sottoscrizione in conformità con l"articolo 38, comma 3 del DPR 28.12.2000, n. 445, pena l"esclusione dalla gara. La domanda, a pena di esclusione, deve contenere tutti gli allegati richiesti. Le imprese straniere devono presentare tutta la documentazione in lingua italiana e i documenti dovranno essere tradotti con asseverazione. Il plico contenente la domanda deve essere trasmesso con lettera raccomandata A.R. del servizio postale, o mediante ditte specializzate, o mediante presentazione allo Sportello del Cittadino del Comune di Foligno Piazza della Repubblica 8 entro il termine sopra indicato. Il recapito dell"istanza rimane ad esclusivo rischio del mittente; non sono, pertanto, prese in considerazione le domande pervenute oltre il termine sopra indicato, ancorché spedite in data anteriore, neppure se con contenuto aggiuntivo rispetto a domande precedentemente recapitate. La domanda deve essere formulata come in allegato D, facente parte integrante del presente bando di gara. Alla domanda devono essere allegati: a) Fotocopia di un documento di identità personale del legale rappresentante in corso di validità; b) Il certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. o documento equivalente se l"impresa non è di nazionalità italiana, come specificato nell"articolo 10, lettera a) del comma 6 del regolamento sui criteri di gara; c) Allegati come necessario a provare la capacità tecnica nel caso in cui l"impresa non sia titolare di concessioni di distribuzione di gas naturale per un numero complessivo di clienti pari almeno al 50 % dei clienti finali dell"ambito, come precisato nell"allegato D. Al fine di soddisfare il requisito di cui all"articolo 10 del comma 3 del regolamento sui criteri di gara, i concorrenti dichiarano alternativamente: 1) La dichiarazione di non essere in una situazione di controllo di cui all"articolo 2359 del codice civile con altri partecipanti alla medesima procedura di gara; 2) La dichiarazione di essere in una situazione di controllo di cui all"articolo 2359 del codice civile e di aver formulato autonomamente l"offerta, con indicazione del concorrente con cui sussiste tale situazione; tale dichiarazione è corredata dai documenti utili a dimostrare che la situazione di controllo non ha influito sulla formulazione dell"offerta, inseriti in separata busta.

La stazione appaltante esclude i concorrenti per i quali accerta che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. La verifica e l"eventuale esclusione sono disposte dopo l"apertura delle buste contenenti l"offerta economica. È fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora partecipino in un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti.

In caso di raggruppamenti temporanei d"impresa e di consorzi ordinari si deve presentare in unico plico:

1. una lettera di partecipazione, sottoscritta da tutti i legali rappresentanti della riunione, che identifica tutti i partecipanti e contiene la dichiarazione del possesso cumulativo dei requisiti di cui all"articolo 10, comma 5 e all"articolo 10, comma 6, lettera b) del regolamento sui criteri di gara (punti 8 e 9 dell"allegato D), oltre l"impegno ad assumere il personale addetto alla gestione dell"impianto ai sensi del decreto 21.4.2011 del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali (punto 12 dell"allegato D).

2. una dichiarazione per ciascuna delle imprese partecipanti alla riunione, sotto-scritta dal relativo legale rappresentante, da cui emerga:

i) il contributo di ciascuna impresa al rispetto dei requisiti cumulativi di cui all"articolo 10, comma 5 e all"articolo 10, comma 6, lettera b del regolamento sui criteri di gara (punti 8 e dell"allegato D);

ii) il rispetto individuale degli altri requisiti di cui all"articolo 10 del regolamento sui criteri di gara (punti 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 10 e 11 dell"allegato D). In particolare, per soddisfare il requisito di cui all"articolo 10 del comma 3 del regolamento sui criteri di gara, ciascun partecipante allega la propria dichiarazione;

3. la fotocopia del documento di identità e il certificato dell"iscrizione alla C.C.I.A.A, come sopra richiesto, per ciascuna impresa partecipante alla riunione. Il Comune di Foligno ha la facoltà di verificare il possesso dei requisiti, anche richiedendo i documenti originali, ai sensi dell"art. 10, comma 9, del regolamento sui criteri di gara. Si applica l"art. 38, comma 2-bis del D.Lgs. 163/2006. La sanzione pecuniaria ivi prevista sarà pari a 50 000 EUR (cinquantamila euro). In tal caso, ferma la sanzione, sarà assegnato al concorrente un termine non superiore a giorni 10 (dieci) per l"integrazione o la regolarizzazione della documentazione mancante o incompleta. In caso di inutile decorso del termine di cui al periodo precedente, il concorrente sarà escluso dalla procedura. Nei casi di irregolarità non essenziali, ovvero di mancanza o incompletezza di dichiarazioni non indispensabili, non ne sarà richiesta la regolarizzazione, né sarà applicata alcuna sanzione. Apertura dei plichi contenti le domande di partecipazione: La data di apertura dei plichi relativi alle domande di partecipazione da parte della stazione appaltante sarà comunicata ai partecipanti mediante PEC all"indirizzo indicato nella domanda medesima. L"apertura delle buste avviene in forma pubblica. I legali rappresentanti, o altri soggetti muniti di delega, possono assistere alle operazioni di apertura e valutazione dei documenti da parte della stazione appaltante. L"ammissione o l"eventuale esclusione alla fase successiva è comunicata ai partecipanti.

Termine ultimo per la presentazione delle offerte: Il termine per la spedizione degli inviti a presentare offerta è previsto in giorni 360 decorrenti dalla data del termine fissato per la presentazione della domanda di partecipazione.

Le offerte, redatte in lingua italiana, devono pervenire, pena l"esclusione dalla gara, entro il termine indicato nella lettera d"invito con le modalità de-scritte nel Disciplinare di gara. È obbligatoria per i legali rappresentanti delle imprese concorrenti o loro delegati il sopralluogo agli impianti. Le modalità per la visita sono fissate nella lettera di invito, successivamente alla visita e" rilasciato un certificato di presa visione da allegarsi ai documenti di offerta, pena l"esclusione dalla gara. Apertura delle offerte e aggiudicazione: L"apertura dei plichi d"offerta avviene a porte aperte. La gara viene aggiudicata con il criterio dell"offerta economica più vantaggiosa sulla base del punteggio attribuito secondo i criteri di aggiudicazione contenuti nel Disciplinare di gara. Pena l"esclusione dalla gara, non sono ammesse offerte incomplete, parziali o condizionate. L"esito della gara è comunicato al soggetto aggiudicatario e agli altri soggetti presenti nella graduatoria definitiva. Lingua prescritta: Italiano. Le imprese straniere devono presentare tutta la documentazione in lingua italiana, mentre i documenti, i certificati e le dichiarazioni sostitutive, presentati per soddisfare i requisiti di partecipazione, se redatti in lingua straniera devono essere tradotti con asseverazione. Periodo durante il quale l"offerente è vincolato alla propria offerta: L"offerta si intende valida per 360 giorni dalla data di scadenza per la presentazione delle offerte senza che il soggetto possa avanzare pretesa alcuna per qualsivoglia titolo. In caso di non aggiudicazione della gara nulla è dovuto alle imprese concorrenti. Trattamento dati personali: Ai sensi dell"articolo 13 del Decreto legislativo 30.6.2003, n. 196 e s.m.i.: i dati dichiarati sono utilizzati dagli uffici esclusivamente per la gara per l"affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale nell"ambito di Foligno; a. il conferimento dei dati ha natura obbligatoria; b. l"eventuale rifiuto, da parte dell"interessato, al consenso alla loro utilizzazione comporta l"impossibilità di partecipare alla gara; c. i dati personali forniti posso-no costituire oggetto di comunicazione nell"ambito e per le finalità strettamente connesse al procedimento relativo alla gara, sia all"interno della struttura del Titolare (come di seguito individuato), sia all"esterno, a soggetti individuati dalla

normativa vigente; d. il Titolare garantisce all"interessato i diritti di cui all"articolo 7 del D.Lgs. 30.6.2003, n. 196 e pertanto l"interessato: 1) ha il diritto di ottenere conferma o meno di dati personali che lo riguardano;

2) ha il diritto di ottenere indicazioni circa l"origine dei dati personali, finalità e modalità di trattamento, logica applicata per il trattamento con strumenti elettronici, estremi identificativi del Titolare e responsabili, soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza;

3) ha il diritto di ottenere l"aggiornamento, la rettificazione e, quando vi ha interesse, l"integrazione dei dati e, inoltre, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima, il blocco dei dati, l"attestazione che le operazioni che precedono sono state portate a conoscenza di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rileva impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato;

4) ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte e per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. Titolare del trattamento dei dati è la dott.ssa Lucia Ferranti. Il responsabile del procedimento è la dott.ssa Anna Maria Santocchia.

I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto

Comune di Foligno Quale Stazione Appaltante Delegata dai Comuni dell"Ambito Perugia 2 Sud e Est, Piazza della Repubblica 10, Responsabile del Procedimento, For the attention of: dott.ssa Anna Maria Santocchia, Foligno, IT. Telephone: +39 74330307/367. E-mail: annamaria.santocchia@comune.foligno.pg.it. Fax: +39 742330369. Internet address(es): www.comune.foligno.pg.it http://www.comune.foligno.pg.it/articoli/gara-servizio-di-distribuzione-gas-naturale.html

Other additional information

Termine per la presentazione delle domande di partecipazione: 29.12.2017 ore 12:00.


Other tenders from Italy за for this period

Printing and distribution services Source: TED

Administrative healthcare services Source: TED

Video-surveillance system Source: TED

Archiving services Source: TED

Non-woven fabrics Source: TED